Che cos’è?

Il passato prossimo è un tempo del modo indicativo che esprime un’azione finita avvenuta prima del momento dell’enunciazione.

Come si forma?

Il passato prossimo in italiano è un tempo composto, formato da due verbi (l’usiliare e il participio passato)

presente verbo ESSERE O AVERE + PARTICIPIO PASSATO

Esempi

COMPRARE

io ho + comprato

tu hai + comprato

lui/lei ha + comprato

noi abbiamo + comprato

loro hanno + comprato

PARTIRE

io sono + partito/a

tu sei + partito/a

lui è + partito/lei è + partita

noi siamo + partiti/e

voi siete + partiti/e

loro sono + partiti/e

Come si forma il participio passato regolare?

1° coniugazione ANDARE>ANDATO

2° coniugazione CREDERE>CREDUTO

3° coniugazione SENTIRE>SENTITO

Essere o avere?

Usiamo AVERE

  • con tutti i verbi transitivi (quei verbi che rispondono alla domanda chi? che cosa? Esempio: io ho visto (chi?) > Giovanni. Lui ha mangiato (che cosa?) > una pizza). I verbi transitivi hanno un oggetto diretto.  Esempio: il bambino cerca il suo cane (cerca> che cosa?> il cane. Il bambino (soggetto) cerca (verbo transitivo risponde alla domanda che cosa?) il cane (in questa frase è un oggetto diretto).

Usiamo ESSERE

  • in generale con i verbi di movimento che hanno un punto di pertenza e un punto di arrivo (NON tutti, ma molti! Esempi: andare, venire, tornare, arrivare, partire, uscire…> sono andato-a, sono venuto-a… ma attenzione, con viaggiare usiamo avere> ho viaggiato)
  • con tutti i verbi riflessivi (esempi: lavarsi, vestirsi, ricordarsi, divertirsi… > mi sono lavato-a, mi sono vestito-a, mi sono divertito-a…)
  • con il verbo essere e il verbo stare (il participio è lo stesso: stare/essere> sono stato-a)
  • con i verbi: diventare, rimanere/restare, riuscire, succedere…> sono diventato-a, sono rimasto-a, è successo-a…

Alcuni verbi si formano sia con ESSERE che con AVERE e  il significato non cambia, ad esempio i verbi atmosferici : ieri è piovuto/ ieri ha piovuto

Altri verbi usano ESSERE quando sono intransitivi e AVERE quando sono transitivi. Esempi: ho aumentato il volume della TV / i prezzi dei vestiti sono aumentati.

Sono partito – sono partita

Quando uso AVERE  il participio non cambia mai: lei ha mangiato, lui ha mangiato, loro hanno mangiato

Quando uso ESSERE devo concordare il genere e il numero (maschile, femminile, singolare, plurale) : lei è partita, lui è partito, i ragazzi sono partiti, le ragazze sono partite

Presente e passato prossimo

Usiamo il tempo presente per esprimere un’azione abituale nel presente e il tempo passato prossimo per un’azione passata, finita, successa in un momento preciso (ieri, l’altra settimana, l’anno scorso, due giorni fa, domenica scorsa, l’estate passata, lo scorso fine settimana…)caprese2

Lucia di solito torna alle 3, ieri è tornata alle 4.

I ragazzi studiano sempre a casa, la settimana scorsa hanno studiato in biblioteca.

Tu ti vesti spesso sportiva, l’altra sera ti sei vestita elegante.

Noi mangiamo pasta ogni giorno, sabato scorso abbiamo mangiato una caprese.

Participi passati irregolari

Molti verbi non hanno il participio passato regolare e l’unico modo per imparare gli irregolari è studiare e fare pratica! Di seguito trovate una lista dei principali verbi irregolari:

accendere > ho acceso
aprire > ho aperto
chiedere > ho chiesto
chiudere > ho chiuso
conoscere > ho conosciuto
correre > ho corso/sono corso-a
cuocere > ho cotto
dire > ho detto
essere > sono stato-a
fare > ho fatto
leggere > ho letto
mettere > ho messo
morire > sono morto
nascere > sono nato
perdere > ho perso
piacere > è piaciuto-a
prendere > ha preso
ridere > ha riso
rimanere > è rimasto-a
rispondere >ha risposto
scendere > è sceso-a/ ha sceso
scrivere >ha scritto
spegnere >ha spento
stare > sono stato-a
vedere >ha visto
venire > sono venuto-a
vivere > ho vissuto/ sono vissuto-a

Teacher Silvia

about me

I live in a town near Rome, the city that I love for its special atmosphere and its unique soul. I lived in another fantastic city, London, for five years and it was an incredibly enriching experience that I will never forget. I have in-depth experience teaching Italian as a Second and Foreign Language both in person and online. I graduated from La Sapienza University in Rome with degrees in Italian Language and Literature and I recived the DITALS Certification in Teaching Italian as a Second and Foreign Language from the University of Siena. I have taught Italian as a Second Language since 2003 in various contexts: intensive standard Italian courses, individual tcourses, CELI and CILS exam preparation courses, business courses and online courses via live video calls. I have extensive experience in teaching adults of different ages, backgrounds and levels of competence. I’m passionate about my work because I love my native language and I also love the fact that people find Italian and Italy so interesting and beautiful. I think learning a foreign language is an exciting and challenging way to travel across a culture while enjoying yourself along the way.

Start your journey

“Learning another language is like becoming another person”.

Haruki Murakami

Copyright 2017, monica. All Right Reserved.